Due badanti patteggiano dopo aver malmenato un'anziana signora

09.05.2020

Mortificato il lavoro degli investigatori dei Carabinieri, di fatto le due restano impunite.

Giornale di Sicilia
L'epilogo: L'avvocato Stefano Giordano che difende i familiari dell'Anziana Signora: - Sentenza ingiusta visto che due persone, che si sono rese responsabili di sevizie e crudeltà nei confronti di un'anziana indifesa, possono rimanere di fatto impunite e continuare a delinquere; la denuncia dei familiari e gli sforzi di investigatori dei carabinieri vengono di fatto vanificati da un'azione giudiziaria a dir poco discutibile. - Le due badanti son state riprese da videocamere istallate dagli investigatori mentre legavano l'anziana, malata di Alzheimer, al letto (da cui batteva ripetutamente il capo al muro) o alla sedia. Per questi ed altri motivi le due sono state denunciate per maltrattamenti con l'aggravante della crudeltà. Adesso le donne, nonostante la condanna che le inchioda materialmente alle responsabilità attribuite loro, sono libere per via del patteggiamento e di fatto impunite e non recuperate alla Società (Civile) che le ha accolte ed alle quali ha affidato un individuo fragile e bisognoso di amorevoli cure.