L'Avv. Stefano Giordano eletto nuovo presidente di Antigone Sicilia

L'avv. Stefano Giordano eletto all’unanimità dal direttivo formato dagli avvocati, Francesco Leone, Giuseppe Lunardo e Eduardo Camilleri.

http://www.siciliainformazioni.com/redazione/519597/stefano-giordano-avvocato-penalista-eletto-presidente-antigone‚Äč

Claudio Martelli

Claudio Martelli incarica il suo legale, Stefano Giordano

Sicilia informazioni: Martelli presenta attraverso lo Studio Legale Giordano. Denunzia - Querela contro D'Amico

Palermo Roma

In una prima udienza non fa nomi, poi fa entrare nel processo – la trattativa Stato-mafia – i ministri della Giustizia e dell’Interno pro tempore,accusandoli avere avallato e promosso il patto con i boss, infine ci ripensa e aggiunge che i due ex ministri, Nicola Mancino e Claudio Martelli, sono i mandanti delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Carmelo D’Amico, una sfilza di omicidi sulle spalle ed altri reati di varia natura, reo confesso e collaboratore di giustizia dopo la scomunica papale dei boss, racconta poco alla volta le sue storie. Le spara così grosse che sarebbe legittimo chiedersi se non voglia affossare il processo. http://www.siciliainformazioni.com/160407/trattativa-pentito-accusa-martelli-delle-stragi-lex-ministro-querela

Il nuovo articolo dell' Avv. Stefano Giordano pubblicato sulla rivista on line "Archivio Penale"

Principio di legalità europeo e applicabilità retroattiva dei punitive damages in via transitoria:una "svista" del legislatore?

Il nuovo articolo dell'Avv. Stefano Giordano pubblicato sulla rivista on line "Achivio Penale" nella sezione "L'opinione-Cultura penale e spirito europeo". http://www.archiviopenale.it/fascicolo/fascicolo-n-1-gennaio-aprile-2016-web/#.VxovhI9OLIU
badanti

Due badanti patteggiano dopo aver malmenato un'anziana signora

Mortificato il lavoro degli investigatori dei Carabinieri, di fatto le due restano impunite.

L'epilogo: L'avvocato Stefano Giordano che difende i familiari dell'Anziana Signora:  - Sentenza ingiusta visto che due persone, che si sono rese responsabili di sevizie e crudeltà nei confronti di un'anziana indifesa, possono rimanere di fatto impunite e continuare a delinquere; la denuncia dei familiari e gli sforzi di investigatori dei carabinieri vengono di fatto vanificati da un'azione giudiziaria a dir poco discutibile. - Le due badanti son state riprese da videocamere istallate dagli investigatori mentre legavano l'anziana, malata di Alzheimer, al letto (da cui batteva ripetutamente il capo al muro) o alla sedia. Per questi ed altri motivi le due sono state denunciate per maltrattamenti con l'aggravante della crudeltà.  Adesso le donne, nonostante la condanna che le inchioda materialmente alle responsabilità attribuite loro, sono libere per via del patteggiamento e di fatto impunite e non recuperate alla Società (Civile) che le ha accolte ed alle quali ha affidato un individuo fragile e bisognoso di amorevoli cure.
articolo

ANZIANA VIENE MALMENATA INVECE DI ESSERE ACCUDITA

Per le due badanti si apre lo spiraglio del patteggiamento, nessuna pena.

Bagheria - Pa -
  Il fatto è grave - dice l'avvocato Stefano Giordano - ma le due rumene potrebbero cavarsela (qualora il Giudice lo concedesse) col patteggiamento cosicché le "badanti" non sconterebbero nemmeno un giorno per le sofferenze inflitte all'anziana, inerme, oltre che sofferente, signora.
le iene

Le IENE intervistano l'Avv Stefano Giordano

Indagata l'Antimafia e la gestione dei beni sottratti al controllo dei Mafiosi dalla procura di Caltanissetta

03/10/2015
Palermo - Caltanissetta
L'avvocato Stefano Giordano esprime il suo parere a seguito del terremoto giudiziario che ha colpito il Tribunale delle Misure di Prevenzione del Capoluogo Siciliano . Alla domanda finale, se la Giustizia Uguale per tutti sia una realtà o fantasia , il legale risponde: - "La Giustizia è uguale per tutti" è una Speranza!-  Ecco il Link dell'intervista completa  http://www.iene.mediaset.it/puntate/2015/10/04/viviani-l%E2%80%99antimafia-sotto-indagine_9608.shtml
avvocato stefano giordano

No al godimento di agevolazioni fiscali perchè maschio. La Corte Europea accetta il ricorso.

Prepensionato ricorre in quanto discriminato rispetto alle colleghe che hanno raggiunto i 50 anni

24/09/2015
Palermo
La disparità di trattamento, al momento dell'andare in pensione, tra maschi e femmine rappresenta una discriminazione di genere e non è ammessa a livello Internazionale. Ciò vale anche se la differenziazione sia a vantaggio delle Donne. Prepensionato EX- Banco di Sicilia ricorre attraverso lo Studio Legale Giordano e la Corte Europea dice Sì al ricorrente.
Share by: